Come si classificano i Componenti di un sistema SEFFC?

Ing. Alessandro Temperini

Lunedì, 30 Settembre 2013
Scritto da  Ing. Alessandro Temperini
linkedin google plus

Tempo di lettura stimato: 6 minuti

Come si classificano le condotte per il controllo dei fumi?
E le serrande?
La classificazione è la stessa dei componenti usati per le compartimentazioni?

Molto spesso confrontandoci con altri tecnici e professionisti del settore abbiamo notato una certa confusione in merito alla classificazione dei componenti per sistemi di evacuazione fumo e calore, e perciò vogliamo cercare di fare un po' di chiarezza sull'argomento.

La norma di riferimento la: UNI EN 13501-4 "Classificazione al fuoco dei prodotti e degli elementi da costruzione - parte 4: Classificazione in base ai risultati delle prove di resistenza al fuoco sui componenti dei sistemi di controllo del fumo."
Questa norma specifica la procedura per la classificazione dei componenti, ma le prove specifiche a cui devono essere sottoposti i materiali sono specificate in un'altra norma, la UNI EN 1366 che si divide in più parti a seconda si parli di condotte, di serrande o di qualsiasi altro componente.
Ciò significa che tutti i dati che vengono raccolti tramite le prove stabilite dall UNI 1366 vengono filtrati ed analizzati dalla UNI13501-4 in modo da ottenere la precisa classificazione.

Ricordiamo che per il nuovo sistema di classificazione euroclassi, la R (capacità portante), negli elementi non sottoposti a carico è omessa.

Condotte per comparto singolo e multiplo

Esempio di classificazione condotte:

per comparti singoli     E600 120 (ve ho) S 1500 singolo

per comparti multipli    EI 120 (ve ho) S 1500 multi

E - Integrità è la capacità di una condotta di evitare la trasmissione dell’incendio a seguito del passaggio di quantità significative di fiamme o gas caldi dal lato esposto dell’incendio al lato non esposto. (Ermeticità)

I - Isolamento è la capacità di resistenza all’esposizione al fuoco senza trasmettere l’incendio a seguito di un significativo trasferimento di calore (Isolamento). Esso è pertinente solo per condotte per comparti multipli dove in presenza di fuoco interno il calore non deve propagarsi negli altri comparti attraversati.

S - Tenuta al fumo è la capacità del componente di resistere al passaggio del fumo nelle condizioni e pressioni definite dalla norma. Questo criterio è soddisfatto se la portata nella condotta, esposta all’incendio all’esterno della condotta stessa, è minore di 5m3/(hxm2) nelle condizioni di prova descritte dalla norma.

E300   E600 indica che la condotta è idonea per l’uso a temperature minori o uguali. Esso è pertinente solo per condotte per comparti singoli, perchè per quelle per comparti multipli le prove di resistenza al fuoco da eseguire per ottenere la classificazione prevedono un’esposizione ad una curva normalizzata temperatura/tempo.

30 60 90 120 indica il tempo per cui viene garantita l’integrità per comparti singoli e l'integrità e l'isolamento per comparti multipli.

Valori tra parentesi ()

Ve , ho indicano l’idoneità per l’uso verticale e/o orizzontale.

500 1000 1500 indica che la serranda è adatta all’uso nel campo compreso tra questa pressione negativa e la pressione positiva di 500Pa.

Singolo o Multi indica l’idoneità all’uso per un comparto singolo o per comparti multipli.

 

Serrande per comparto singolo e multiplo

Esempi di classificazione

per comparti singoli E600 120 (ve ho i?o ) S 500 C10000 AA singolo

per comparti multipli EI 120 (ve ho i? o ) S 1500 C300 AA multi

E - Integrità è la capacità di una serranda di evitare la trasmissione dell’incendio a seguito della del passaggio di quantità significative di fiamme o gas caldi dal lato esposto dell’incendio al lato non esposto. (Ermeticità)

I - Isolamento è la capacità di resistenza all’esposizione al fuoco senza trasmettere l’incendio a seguito di un significativo trasferimento di calore (Isolamento) .Esso è pertinente solo per condotte per comparti multipli dove in presenza di fuoco interno il calore non deve propagarsi negli altri comparti attraversati.

E300   E600 indica che la serranda è idonea per l’uso a temperature minori o uguali.
Esso è pertinente solo per serrande per comparti singoli, perchè per le serrande per comparti multipli le prove di resistenza al fuoco da eseguire per ottenere la classificazione prevedono un’esposizione ad una curva normalizzata temperatura/tempo.

30 60 90 120 indica il tempo per cui viene garantita l’integrità e isolamento.

Valori tra parentesi ()

Ved ,Vew, Vedw, hod , how, hodw indicano l’idoneità per l’uso verticale e/o orizzontale e all’istallazione in condotta o a parete. Il solo Ve indica che la serranda può essere installata su una condotta che attraversa una parete o sulla parete stessa, mentre  ho indica la possibilità di installazione su una condotta che attraversa un solaio o sul solaio stesso.

i ?o , o?i , i?o indicano che i criteri prestazionali sono soddisfatti dall’interno all’esterno (fuoco interno) e dall’esterno all’interno (fuoco esterno) o entrambe.

S - Tenuta al fumo è la capacità del componente di resistere al passaggio del fumo nelle condizioni e pressioni definite dalla norma

  • l’assenza della “S” indica la perdita massima ammessa <360m3/(hxm2)
  • La presenza della “S” indica la perdita massima ammessa S <200m3/(hxm2)

500 1000 1500 indica che la serranda è adatta all’uso nel campo compreso tra questa pressione negativa e la pressione positiva di 500Pa.

C300  C10000  Cmod  indica che la serranda è idonea all’uso in sistemi solo di controllo fumi, sistemi combinati di controllo del fumo o serrande modulanti utilizzate in sistemi combinati di controllo del fumo e ambientali, rispettivamente.

AA o MA indicano l’attivazione automatica o manuale rispettivamente

Singolo o Multi indica l’idoneità all’uso per un comparto singolo o per comparti multipli.

 

Ventilatori

Per i ventilatori i metodi di prova sono dettati dalla UNI EN 12101-3

Classe

Temperatura

Periodo di funzionamento

F200

200 °C

120 min

F300

300 °C

60 min

F400

400 °C

90 o 120 min

F600

600 °C

60 min

F842

842 °C

30 min

 

Guida alla classificazione dei componenti di un SEFFC

Guida Ai componenti del SEFFC

Quali sono i componenti di un sistema SEFFC e come si classificano? Quali sono le norme di riferimento?

SCARICA ADESSO

Letto 4658 volte




AerNova s.r.l. | Via del Commercio, 25 | 63900 Fermo (FM) | P.IVA 01368510440 | REA 130772 | Contatti | Privacy e Cookie

Questo sito utilizza cookie per fornirti un'esperienza di navigazione migliore.

Continuando a navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookiePer saperne di piu'

Ho capito

Desideri ricevere le ultime novità sul controllo del fumo e del calore?

Segui Aernova sui Social Network