Progettazione dei sistemi di evacuazione forzata SEFFC

 

In Italia, come noto, per alcune delle Attività soggette ai controlli di Prevenzione Incendi sono vigenti specifiche Regole Tecniche le quali definiscono in maniera prescrittiva le caratteristiche e le dotazioni che gli edifici devono presentare affinché sia garantito il soddisfacimento dei requisiti minimi di sicurezza.

In altre parole, per tali attività il Normatore ha effettuato una Valutazione del Rischio e ha stabilito una serie di misure adeguate: il Tecnico deve preoccuparsi che esse siano osservate. Alcune di tali Regole Tecniche richiamano e prescrivono espressamente il ricorso ai Sistemi di Evacuazione di Fumo e Calore con differenti finalità:

  • come misura di protezione attiva necessaria;
  • come sistema di compensazione dei rischi da usare:
    • in alternativa ad altre prescrizioni;
    • in caso di richiesta di deroga;
    • come sistema per migliorare la gestione dell’emergenza e della sicurezza per l’esodo.

La tabella che segue riassume le prescrizioni sui Sistemi di Controllo di Fumo e Calore contenute nelle Regole tecniche.

AttivitàRiferimentoScopoTipologiaCaratteristiche
Autorimesse D.M.I. 01/02/1986 p.ti 3.9.2 e 3.9.3 Evitare la formazione di miscele esplosive Forzato 3 vol/h **
Autorimesse RTV Capitolo V.6: Autorimesse

Evacuazione fumi

Smaltimento fumi

SEFC naturale o forzato Determinazione del livello di prestazione
Autosilo D.M.I. 01/02/1986 p.ti 3.9.2 e 3.9.3 dell’Allegato Smaltimento fumi Naturale Camini
Metropolitane D.M. 11/01/1988
p.to 6.2.6 dell’Allegato
Evacuazione fumi Naturale Nessuna prescrizione
Forzato in alternativa o integrazione 8 vol/h
Uffici * D.M. 22/02/2006
p.to 5.2 dell’Allegato
Compensazione del rischio per la reazione al fuoco Non specificato Non specificato
Ospedali * D.M. 18/09/2002
p.to 3.2 dell’Allegato
Compensazione del rischio per la reazione al fuoco Non specificato Non specificato
Ospedali preesistenti
al D.M. del 2002*
D.M. 19/03/2015
p.to 15.2 dell’Allegato I
Compensazione del rischio per la reazione al fuoco Non specificato Non specificato
Impianti sportivi D.M. 18/03/1996
Art. 4
Compensazione per la posizione di aperture di aerazione di altre attività presenti Forzato 3 - 9 vol/h
Locali di pubblico spettacolo D.M. 19/08/1996 p.to
2.3.2 dell’Allegato
Compensazione del rischio per la reazione al fuoco Non specificato Non specificato
D.M. 19/08/1996 p.to
4.3.4 dell’Allegato
Compensazione della maggior lunghezza delle vie di esodo Non specificato Non specificato
D.M. 19/08/1996
p.to 5.2 dell’Allegato
Separare la scena dalla sala Non specificato Non specificato
Attività commerciali D.M. 27/7/2010
p.ti 4.9 e 5.3.2 dell’Allegato
Favorire l’esodo degli occupanti e le operazioni di soccorso Aperture di aerazione naturale 1/40 della Superficie
SEFC naturale o forzato Conforme D.M. 20/12/2012
Aerostazioni D.M. 17/07/2014 p.to
4.8 dell’Allegato
Favorire l’esodo degli occupanti e le operazionidi soccorso SEFC naturale o forzato Conforme D.M. 20/12/2012
Aree a rischio specifico RTV V.1: Aree a rischio specifico

Evacuazione fumi

Smaltimento fumi

SEFC naturale o forzato Livello di prestazione non inferiore a 2

* In queste attività è prescritto che nei depositi con S > 50 m2 non dotati di sufficiente ventilazione/aerazione naturale siano installati sistemi forzati di immissione ed estrazione dell’aria, funzionanti anche in situazioni di emergenza.

** da intendere come ventilazione che funziona anche in caso di emergenza e non come Sistema di Controllo di Fumo e Calore.

UNI 9494-2:2017

La normativa di progettazione di riferimento a livello nazionale è la UNI 9494-2:2017 "Sistemi per il controllo di fumo e calore. Parte 2: Progettazione e installazione dei Sistemi di Evacuazione Forzata di Fumo e Calore (SEFFC)". Tale norma è stata recepita dal DM 20/12/12 "Decreto del M. I. "Regola tecnica di prevenzione incendi per gli impianti di protezione attiva contro l'incendio installati nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi".

Tale norma stabilisce i criteri di progettazione e installazione dei Sistemi di Evacuazione Forzata di Fumo e Calore (SEFFC) in caso d'incendio ed ha come campo di applicazione diretto ambienti con superficie minima pari a 600m2 ed altezza pari ad almeno 3m. La norma contiene prospetti e procedure per il calcolo delle portate di estrazione e di tutti gli altri parametri da adottare per il raggiungimento delle altezze libere da fumo al fine di rispettare i requisiti imposti dai diversi livelli di protezione.

 

E' disponibile nel blog un articolo di approfondimento su come progettare un sistema di evacuazione fumo e calore secondo la UNI 9494-2.

 

Approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio

Ulteriore possibilità di applicazione dei SEFC si ha in presenza di insediamenti di tipo complesso o a tecnologia avanzata, di edifici di particolare rilevanza architettonica e/o costruttiva, come quelli pregevoli per arte o storia o ubicati in ambiti urbanistici di particolare specificità.

In questi casi è possibile utilizzare "l’approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio”, al fine di valutare il livello di rischio presente e progettare le conseguenti misure compensative, tra cui appunto il Controllo del Fumo e del Calore, atte a soddisfare gli obiettivi della Prevenzione Incendi, in alternativa a quanto previsto dalle Regole Tecniche applicabili.

In generale la "Misura Antincendio" di Controllo del Fumo e del Calore consente di:

  • controllare la propagazione del fumo e del calore;

  • evacuare fumo e calore dall’ambiente interessato dall’incendio;
  • proteggere dagli effetti dell’incendio.

Assume quindi una importanza strategica nel perseguire gli obiettivi primari della Prevenzione Incendi.

 


AerNova s.r.l. | Via del Commercio, 25 | 63900 Fermo (FM) | P.IVA 01368510440 | REA 130772 | Contatti | Privacy e Cookie

Questo sito utilizza cookie per fornirti un'esperienza di navigazione migliore.

Continuando a navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookiePer saperne di piu'

Ho capito

Desideri ricevere le ultime novità sul controllo del fumo e del calore?

Segui Aernova sui Social Network