Sistemi per il controllo del fumo e del calore

Il controllo del fumo può avere diverse finalità. Definire univocamente l’obiettivo da raggiungere consente di scegliere il sistema di controllo opportuno.

L'INCENDIO

Lo sviluppo di un incendio ha sempre come origine l’innesco di una combustione che si viene a verificare per cause accidentali, colpose e in alcuni casi dolose.

Ogni processo di incendio può essere suddiviso in 3 stadi:

  1. L’innesco e propagazione (le fiamme sono ancora localizzate e le temperature sono molto variabili all’interno dell’ambiente)
  2. Lo sviluppo
  3. Il declino

La durata di questi stadi è legata a diversi fattori:

  • La geometria
  • La ventilazione del locale
  • La quantità e l’eventuale contatto tra i materiali
  • Proprietà combustibili dei materiali e le loro reazioni al fuoco
 

I 3 STADI DI UN INCENDIO

Primo stadio. E' possibile intervenire, con pochi rischi per le squadre antincendio e con buone probabilità di limitare i danni a persone e cose, questa è la fase di “Reazione al fuoco”.

Secondo stadio. Al raggiungimento del “flash over” inizia la seconda fase in cui la miscela di gas infiammabili propaga rapidamente le fiamme (fase di “Resistenza al fuoco”). La temperatura media è elevata (circa 1000 °C) e tutti i materiali combustibili bruciano ed alimentano l’incendio.

Terzo stadio. Il terzo stadio di declino o estinzione inizia dopo il raggiungimento della temperatura massima. L’incendio si considera estinto quando la temperatura dell’ambiente scende intorno ai 300 °C circa.

Il Flash Over

flash over incendio
 

Il formarsi di fumo e calore

Durante un incendio, sin dalle prime fasi d’innesco, viene generata un’elevata quantità di fumo e calore.

Il fumo è la più grande minaccia per la sicurezza, non solo ostacola le operazioni di soccorso, ma causa spesso più vittime del fuoco:

La sua opacità ostacola l’evacuazione degli occupanti e l’intervento dei soccorritori a causa della ridotta visibilità.

La tossicità che lo contraddistingue è in grado di provocare in pochi minuti, collasso e morte per asfissia o per inalazione.

La sua elevata temperatura lo rende un  mezzo per la propagazione dell’incendio ad ambienti attigui a quello sede dell’evento.

 

Il calore si accumula fino a raggiungere valori di temperatura altissimi che mettono a repentaglio la salvaguardia delle persone e danneggiano le strutture degli edifici con possibilità di cedimenti.

Mentre il calore rappresenta il pericolo principale per le persone che si trovano nelle immediate vicinanze dell’incendio, il fumo ed i gas prodotti dalla combustione minacciano la sicurezza delle persone presenti nello stesso comparto e presenti in zone più lontane, o addirittura occupanti ambienti non adiacenti ed estranei al comparto in cui è scaturito l’incendio.

La prevenzione incendi ha quindi lo scopo di raggiungere i primari obiettivi di sicurezza relativi alla salvaguardia delle persone e alla tutela dei beni contro i rischi di incendio. È evidente che in quest'ambito importanza particolare debba essere attribuita alla "misura antincendio" di Controllo del Fumo del Calore (leggi nel blog "Le 10 strategie antincendio"), nota anche come Smoke Management, che ha come scopo l'individuazione dei presidi antincendio da installare per consentire il controllo, l'evacuazione o lo smaltimento dei prodotti della combustione.


I Sistemi per il controllo del fumo e del calore

 

Sistemi a controllo
verticale

Si attuano assecondando la naturale tendenza del fumo a salire verticalmente verso l'alto dove va man mano a riempire il “serbatoio a soffitto”.

APPROFONDISCI
 

Sistemi a controllo
orizzontale

Si attuano spingendo il fumo lateralmente verso un estremo del locale cercando di creare una zona libera dai fumi a monte dell’incendio.

APPROFONDISCI
 

Sistemi a differenza
di pressione

Si limita la propagazione del fumo, attuando una depressurizzazione o una pressurizzazione di un preciso volume rispetto agli ambienti adiacenti.

APPROFONDISCI
 

AerNova s.r.l. | Via del Commercio, 25 | 63900 Fermo (FM) | P.IVA 01368510440 | REA 130772 | Contatti | Privacy e Cookie

Questo sito utilizza cookie per fornirti un'esperienza di navigazione migliore.

Continuando a navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookiePer saperne di piu'

Ho capito

Desideri ricevere le ultime novità sul controllo del fumo e del calore?

Segui Aernova sui Social Network