Decreti e Norme

La protezione antincendio è l’insieme delle misure da adottare al fine di minimizzare i danni dovuti al verificarsi di un incendio. In Italia la legislazione impiantistica antincendio non è delle più semplici, per questo un breve riassunto dei decreti e delle norme più importante può essere di aiuto per trovare la bussola nel vasto oceano normativo.

 

DECRETI

Principali decreti e leggi nel settore della gestione del fumo e del calore e della prevenzione incendi.

VEDI TUTTI I DECRETI
 

NORMATIVE

Normativa di riferimento per i sistemi di evacuazione di fumo e calore (SEFC).

VEDI TUTTE LE NORME
 

MODULISTICA VVF

Elenco dei modelli da compilare per le pratiche di prevenzione incendi dei vigili del fuoco.

VEDI LA MODULISTICA





Un po’ di chiarezza nella legislazione antincendio

La protezione antincendio è l’insieme delle misure da adottare al fine di minimizzare i danni dovuti al verificarsi di un incendio.

In Italia la legislazione impiantistica antincendio non è delle più semplici, per questo un breve riassunto dei decreti e delle norme più importante può essere di aiuto per trovare la bussona nel vasto oceano normativo.

Il compito di emanare le norme contenenti le misure di prevenzione e protezione contro gli incendi cui sono sottoposte le attività a rischio di incendio vengono emanate dal Ministero dell’Interno tramite il Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Protezione Civile.

L’emanazione del Decreto del ministro dell’Interno del 04/05/1998 è considerato il punto di partenza di tutta la legislazione sulla prevenzione incendi nella progettazione, perchè introduce esplicitamente per la prima volta l’obbligo di una valutazione del rischi incendio nelle attività e le misure che si devono prendere per compensarlo.

Viene imposto di:

  • Individuare i pericoli
  • Descrivere le condizioni ambientali
  • Valutare qualitativamente il rischio
  • Compensare il rischio
  • Gestire l’emergenza

Il successivo DM 10/03/1998 individua in modo schematico tutti i parametri che devono essere presi in esame per la valutazione e classificazione del rischio incendio in un luogo di lavoro, ma non fa nessun riferimento a parametri analitici con cui si possa verificare il raggiungimento degli obbiettivi prefissati.

La normativa che ne è scaturita si compone per la maggior parte di norme “verticali”, cioè che si riferiscono a singole attività o tipo di edificio, mentre l’altra parte è composta da norme “orizzontali” applicabili a tutti gli edifici o a gran parte di essi.
Sempre più frequentemente poi vengono pubblicati decreti di valenza generale che intervengono su attività già normate per conformarle ai regolamenti comunitari.

Quindi per ricapitolare:

Un Decreto è: un provvedimento che è considerato un atto avente forza di legge emanato dal governo.

Una normativa è: è un documento tecnico che fissa i criteri di progettazione, processi, metodi di costruzione e produzione. Sono redatte da enti di cui possono far parte soggetti nazionali o internazionali del settore interessato.
Applicare una determinata norma tecnica non è obbligatorio, ma se questa viene presa a riferimento da ordinamenti legislativi e amministrativi diventa vincolante.
Ciò significa che se una determinata norma viene assimilata dallo stato Italiano tramite decreto la sua applicazione diventa obbligatoria.


AerNova s.r.l. | Via del Commercio, 25 | 63900 Fermo (FM) | P.IVA 01368510440 | REA 130772 | Contatti | Privacy e Cookie

Questo sito utilizza cookie per fornirti un'esperienza di navigazione migliore.

Continuando a navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookiePer saperne di piu'

Ho capito

Desideri ricevere le ultime novità sul controllo del fumo e del calore?

Segui Aernova sui Social Network