Tema: Dinamiche Sviluppo Incendio

Approfondimento sull'argomento 'Dinamiche Sviluppo Incendio' attraverso una serie di articoli dal blog sul controllo del fumo e del calore in Italia

Gestione Orizzontale del Fumo nelle Autorimesse

Domenica, 28 Agosto 2016
scritto da: Ing. Alessandro Temperini

Il "controllo orizzontale” del fumo si attua nei casi quali le autorimesse, nelle quali lo sviluppo in altezza del locale non è sufficiente.

Occorre quindi controllare il fumo in altra maniera: spingendolo lateralmente verso un estremo del locale e cercando di creare una zona libera dai fumi a monte dell’incendio.

Vediamo qui in cosa consiste!

Continua a leggere...

Progettazione di Sistemi SEFC: caratteristiche dei fumi d'incendio

Sabato, 18 Giugno 2016
scritto da: Ing. Alessandro Temperini

Per progettare Sistemi di Controllo del Fumo in grado di svolgere efficacemente le proprie funzioni occorre innanzitutto conoscere la qualità e la quantità dei fumi che devono essere controllati e smaltiti.

Infatti, qualità e quantità dei fumi dell'incendio sono dati fondamentali per poter dimensionare e selezionare correttamente i componenti dell’intero Sistema del Controllo del Fumo e del Calore.

Questi componenti sono condotte, ventilatori, serrande, barriere fisse e mobili, griglie di aspirazione ed immissione, logiche di funzionamento e serramenti asserviti ad esso (leggi il nostro articolo sulla classificazione dei componenti.

In questo articolo esamineremo come calcolare la quantità, qualità e temperatura del fumo derivante da incendio, in base a diversi scenari possibili.

Continua a leggere...

Principi di progettazione per lo Smoke Management

Mercoledì, 18 Maggio 2016
scritto da: Ing. Alessandro Temperini

In Italia, come noto, per alcune delle Attività soggette ai controlli di Prevenzione Incendi, sono vigenti specifiche Regole Tecniche le quali definiscono in maniera prescrittiva le caratteristiche e le dotazioni che gli edifici devono presentare affinché sia garantito il soddisfacimento dei requisiti minimi di sicurezza in caso di incendio (leggi il nostro approfondimento "Smoke Management: Prescrizioni Normative e Regole Tecniche").

In altre parole, per tali attività il Normatore ha effettuato una Valutazione del Rischio e ha stabilito una serie di misure adeguate: il Tecnico deve preoccuparsi che esse siano osservate.

Continua a leggere...

Codice di Prevenzione Incendi: le 10 Strategie Antincendio!

Venerdì, 30 Ottobre 2015
scritto da: Ing. Alessandro Temperini

Ai fini di una corretta progettazione antincendio, secondo il nuovo Codice di Prevenzione Incendi e non, dopo aver determinato i profili di rischio antincendio occorre attribuire dei livelli di prestazione per ogni Strategia Antincendio che si intende adottare. 

Nella specifica Sezione S del codice stesso vengono elencate le 10 strategie ammesse

  • S.1 Reazione al fuoco
  • S.2 Resistenza al fuoco
  • S.3 Compartimentazione
  • S.4 Esodo
  • S.5 Gestione della sicurezza antincendio
  • S.6 Controllo dell'incendio
  • S.7 Rivelazione ed allarme
  • S.8 Controllo di fumi e calore
  • S.9 Operatività Antincendio
  • S.10 Sicurezza impianti tecnologici di servizio

Per ogni specifica strategia per il controllo del fumo e del calore vengono definiti i relativi livelli di prestazione e dei criteri di attribuizione degli stessi, inoltre, vengono definite delle soluzioni progettuali conformi ed alternative.

Continua a leggere...

Estrazione forzata fumo: Portata Massica e Portata Volumetrica

Martedì, 22 Ottobre 2013
scritto da: Ing. Alessandro Temperini

Ai fini di aumentare l'efficienza dell'estrazione dei fumi scaturiti durante l'incendio, e soprattutto per meglio giustificare le alte portate in progetto, è opportuno spendere due parole in merito alle portate d'aria che entrano in esercizio.

Richiamando velocemente le definizioni di:

- Portata di Massa

o portata massica (M) indica la massa che scorre attraverso una sezione nell'unità di tempo ed è espressa in [kg/s]

- Portata Volumetrica

portata d’aria  che transita in una condotta di sezione A è pari a: 
dove v indica la velocità del fluido, considerata uniforme e con un certo angolo rispetto alla sezione.
Nel caso particolare di aria in condotta valutata perpendicolare all'area è definita come:
Nel sistema internazionale è misurata in metri cubi al secondo [m3/s]

Per passare dalla portata volumetrica alla portata massica, è necessario moltiplicare la portata volumetrica per la densità  del aria (che è espressa in kg/m3).

Continua a leggere...

Plug-holing: se lo conosci lo eviti!

Mercoledì, 02 Ottobre 2013
scritto da: Ing. Alessandro Temperini

L'effetto Plug-holing nella progettazione di un sistema di evacuazione fumi è spesso trascurato e sottovalutato.
Abbiamo deciso di scrivere questo articolo per tentare di approfondire un argomento molto importante ma spesso non adeguatamente preso in considerazione.

E' bene precisare che la norma di riferimento del settore per le attività commerciali, la UNI 9494-2, non fa minimamente cenno a tale problematica, e anche cercando nei motori di ricerca si riesce a trovare solo qualche informazione non del tutto esaustiva.

Continua a leggere...

© Tutti i diritti riservati - AerNova s.r.l. | Via del Commercio, 25 | 63900 Fermo (FM) | P.IVA 01368510440 | REA 130772 | PEC amministrazione@pec.aernova.eu | Contatti | Cookie Policy | Privacy Policy

Questo sito utilizza cookie per fornirti un'esperienza di navigazione migliore.

Continuando a navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookiePer saperne di piu'

Ho capito
Ti è piaciuto questo articolo?
Se ti fa piacere puoi condividerlo con i tuoi colleghi