Blog

Articoli di approfondimento tecnico su Normative, Smoke Management, Componenti e novità inerenti i Sistemi di controllo del fumo e del calore SEFC.

Fattori di Rischio del Fumo da incendio e il suo Controllo

Martedì, 12 Aprile 2016
scritto da: Ing. Alessandro Temperini

In caso di incendio in un edificio il fumo costituisce il principale fattore di rischio, prima ancora del fuoco, è il maggior responsabile della perdita di vite umane.

Ogni qualvolta si sviluppa un incendio in un edificio, l’esigenza primaria è quella di garantire la sicurezza delle attività che si svolgono al suo interno, il che significa provvedere attraverso la Prevenzione incendi, innanzitutto, alla sicurezza della vita umana e all’incolumità delle persone e, secondariamente, alla tutela dei beni presenti, delle strutture stesse e dell’ambiente.

La “Sicurezza in caso di incendio” costituisce il Requisito n. 2 dell’Allegato I al REGOLAMENTO (UE) N. 305/20112 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO emanato il 9 marzo 2011 che fissa condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione e che abroga la direttiva 89/106/CEE del Consiglio.

Letto 3227 volte
Continua a leggere...

UNI EN 12101-1:2006: le Specifiche per le Barriere al Fumo

Lunedì, 04 Aprile 2016
scritto da: Ing. Alessandro Temperini

La UNI EN 12101-1:2006 è una norma tecnica di prodotto di emanazione europea recepita a livello nazionale che consente la libera circolazione dei prodotti all’interno dell’Europa e sancisce l’obbligatorietà della marcatura CE per le barriere al fumo.

Come tutte le norme appartenenti a questa famiglia ha come obiettivo primario quello di definire le caratteristiche dei materiali impiegati, le proprietà ed il comportamento al fuoco del prodotto, fino a determinarne i processi per l’ottenimento della marcatura CE.

Letto 4153 volte
Continua a leggere...

Smoke Management: la strategia vincente

Sabato, 16 Gennaio 2016
scritto da: Ing. Alessandro Temperini

La “Sicurezza in caso di incendio” costituisce il Requisito n. 2 dell’Allegato I al REGOLAMENTO (UE) N. 305/20112 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO emanato il 9 marzo 2011 che fissa condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione e che abroga la direttiva 89/106/CEE del Consiglio.

Affinché tale requisito sia soddisfatto o, in altre parole, gli obiettivi primari della Prevenzione Incendi si intendano raggiunti, le opere da costruzione devono essere progettate, realizzate e gestite in modo che:

  • sia garantita la stabilità delle strutture portanti per un periodo di tempo determinato;
  • sia limitata la produzione e la propagazione di un incendio all'interno dell'edificio;
  • sia limitata la propagazione di un incendio ad attività contigue;
  • siano limitati gli effetti di un'esplosione;
  • sia garantita la possibilità che gli occupanti lascino l'edificio autonomamente o che gli stessi siano soccorsi in altro modo;
  • sia garantita la possibilità per le squadre di soccorso di operare in condizioni di sicurezza;
  • siano tutelati gli edifici pregevoli per arte e storia;
  • sia garantita la continuità d'esercizio per le opere strategiche;
  • sia prevenuto il danno ambientale e limitata la compromissione dell'ambiente in caso d'incendio.
  • Lo Smoke Management ha pertanto la funzione di contribuire a perseguire tali obiettivi, dato che nasce e si sviluppa come strumento per far fronte ad uno dei principali pericoli derivanti da uno scenario di incendio, il fumo; perché è appurato che in caso di incendio, prima ancora del fuoco, esso costituisce il principale fattore di rischio, il maggior responsabile di perdite umane.

    Letto 2337 volte
    Continua a leggere...

    Strategia Antincendio: Controllo di Fumo e Calore

    Sabato, 12 Dicembre 2015
    scritto da: Ing. Alessandro Temperini

    Il "Controllo di fumo e calore" è una delle 10 Strategie Antincendio previste dal Codice di Prevenzione Incendi (D.M. 03.08.2015).

    Nel capitolo S8 infatti, viene stabilito in maniera chiara ed inequivocabile l'obiettivo di questa misura antincendio:

    (...omissis...) "... ha come scopo l'individuazione dei presidi antincendio da installare nell'attività per consentire il controllo, l'evacuazione o lo smaltimento dei prodotti della combustione in caso di incendio".

    Vengono lasciate ad altre sezioni specifiche sia la ventilazione legata alla diluizione di eventuali atmosfere pericolose infiammabili o esplosive, sia la ventilazione per una diluizione degli inquinanti legata alla salubrità dell'ambiente.

    Ma in cosa consiste questa strategia? Vediamolo insieme!

    Letto 3922 volte
    Continua a leggere...

    Smoke Management: Prescrizioni Normative e Regole Tecniche

    Domenica, 06 Dicembre 2015
    scritto da: Ing. Alessandro Temperini

     

    In questo articolo trattiamo le diverse tipologie di attività (autorimesse, locali di pubblico spettacolo, uffici, ecc.) per le quali ci sono delle prescrizioni normative inerenti i sistemi per il controllo del fumo (con tabella riassuntiva).

    Nella seconda parte invece, un approfondimento sul Codice di Prevenzione Incendi e le norme tecniche e linee guida a livello italiano (tra cui la UNI 9494) e internazionale.

    Letto 4590 volte
    Continua a leggere...

    Locali di pubblico spettacolo: le procedure di Prevenzione Incendi

    Venerdì, 20 Novembre 2015
    scritto da: Ing. Alessandro Temperini

    E' appena stata emanata l'edizione aggiornata 2016 delle "Indicazioni Procedurali e di Prevenzione Incendi per i Locali di Pubblico Spettacolo" che da informazioni al fine di individuare quali sono i "Locali di Pubblico Spettacolo", le procedure da seguire, la documentazione da presentare ed un sunto della normativa tecnica vigente.

    Letto 3034 volte
    Continua a leggere...

    Linee Guida all'applicazione Decreto Impianti DM 20/12/2012

    Venerdì, 20 Novembre 2015
    scritto da: Francesco Maria Sebastiani

    Il Consiglio Nazionale degli Ingegneri, su proposta del Gruppo di Lavoro Sicurezza, ha condiviso nel corso della seduta del 24/02/2016, le “linee guida all’applicazione del DM 20/12/2012 – Decreto impianti”, elaborate dalla Commissione Sicurezza Antincendio della Consulta Regionale degli Ordini degli Ingegneri della Lombardia (CROIL).

    L'obiettivo è di fornire un utile supporto per i professionisti nella formulazione delle specifiche tecniche degli impianti di protezione attiva contro l’incendio e della relativa documentazione progettuale richieste dal DM 20/12/2012 nell’ambito dei procedimenti di prevenzione incendi.

    Letto 2315 volte
    Continua a leggere...

    Codice di Prevenzione Incendi: le 10 Strategie Antincendio!

    Mercoledì, 04 Novembre 2015
    scritto da: Ing. Alessandro Temperini

    Ai fini di una corretta progettazione antincendio, secondo il nuovo Codice di Prevenzione Incendi e non, dopo aver determinato i profili di rischio antincendio occorre attribuire dei livelli di prestazione per ogni Strategia Antincendio che si intende adottare. 

    Nella specifica Sezione S del codice stesso vengono elencate le 10 strategie ammesse

    • S.1 Reazione al fuoco
    • S.2 Resistenza al fuoco
    • S.3 Compartimentazione
    • S.4 Esodo
    • S.5 Gestione della sicurezza antincendio
    • S.6 Controllo dell'incendio
    • S.7 Rivelazione ed allarme
    • S.8 Controllo di fumi e calore
    • S.9 Operatività Antincendio
    • S.10 Sicurezza impianti tecnologici di servizio

    Per ogni specifica strategia per il controllo del fumo e del calore vengono definiti i relativi livelli di prestazione e dei criteri di attribuizione degli stessi, inoltre, vengono definite delle soluzioni progettuali conformi ed alternative.

    Letto 7341 volte
    Continua a leggere...

    Codice di Prevenzione Incendi: nuova Metodologia di Progettazione

    Mercoledì, 21 Ottobre 2015
    scritto da: Ing. Alessandro Temperini

    L'entrata in vigore del Codice di prevenzione incendi il 18 Novembre 2015 ha introdotto in Italia un nuovo modo di progettare.

    Con questo articolo ho voluto sintetizzare gli aspetti salienti e ripercorrere i ragionamenti effettuati al fine di agevolare l'approfondimento e lo studio di questa importante novità normativa.

    Esso rappresenta una "regola tecnica orizzontale", ovvero un codice dei principi e delle tecniche di prevenzione incendi. L'innovazione di questa tipologia stà nell' approccio PRESTAZIONALE che và ad aggiornare il tradizionale metodo PRESCRITTIVO.

    Da anni ormai gli enti di normazione europei emanano normative in questa direzione, lasciando alla competenza del professionista la determinazione e la scelta dei sistemi più idonei per raggiungere le prestazioni richieste.

    Le soluzioni proposte dalla Regola tecnica infatti sono:

    • Soluzioni Conformi: quelle che definiscono i livelli antincendio minimi richiesti in cui non si è obbligati a fornire ulteriori valutazioni tecniche per dimostrare il raggiungimento del livello di prestazione (soluzioni proposte nei pertinenti paragrafi del Codice)
    • Soluzioni Alternative: soluzioni in cui si necessita di dimostrare il raggiungimento del livello di prestazione (la dimostrazione può essere fatta impiegando uno dei metodi di sicurezza antincendio come l'ingegneria antincendio o prove sperimentali etc...)
    • Soluzioni in Deroga: se non possono essere applicate ne soluzioni conformi e ne soluzioni alternative.
    Letto 4078 volte
    Continua a leggere...

    Codice Prevenzione Incendi 2015: determinazione dei profili di rischio

    Giovedì, 24 Settembre 2015
    scritto da: Ing. Alessandro Temperini

    Come ormai ben noto, la progettazione per la sicurezza antincendio di un'attività significa individuare tutte le soluzioni tecniche finalizzate al raggiungimento degli Obiettivi Primari della prevenzione incendi:

    • Sicurezza della vita umana.
    • Incolumità delle persone.
    • Tutela dei beni e dell'ambiente.

    Per meglio parametrizzare tali obiettivi è occorrente determinare degli Indicatori semplificati per valutare il rischio di incendio e poter attribuire dei livelli di prestazione selle soluzioni tecniche progettate.

    Letto 6877 volte
    Continua a leggere...

    © Tutti i diritti riservati - AerNova s.r.l. | Via del Commercio, 25 | 63900 Fermo (FM) | P.IVA 01368510440 | REA 130772 | PEC amministrazione@pec.aernova.eu | Contatti | Cookie Policy | Privacy Policy

    Questo sito utilizza cookie per fornirti un'esperienza di navigazione migliore.

    Continuando a navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookiePer saperne di piu'

    Ho capito